Come Raggiungerci
 

Chi Siamo

Giunto alla 48ma edizione e carico del blasone che lo annovera tra le più prestigiose kermesse internazionali del folclore, il festival vestirà, dal 17 al 22 agosto, i panni del villaggio globale, significativo compendio dei giovani del mondo, palpitanti vettori di tradizioni, usi e costumi. Saranno quasi duecentocinquanta, provenienti da sette diverse nazioni, indicate in calce alla presente, per un totale di otto gruppi partecipanti. Parleranno lingue diverse. Diversi anche per il colore della pelle, ma tanto uguali, perché in grado di sfoggiare identici sorrisi che si incrociano nel segno dell'amicizia. Ecco perché, nel breve volgere di sei giorni, Tarcento, Gemona del Friuli e Bovec (SLO) assumeranno le sembianze di avamposto per un mondo diverso, in quanto il Festival non è soltanto una parata di musiche e danze, ma soprattutto un momento culturale che diviene occasione di conoscenza, di confronto, di stimolo al reciproco rispetto. Il Festival, da ormai 52 anni, dà l’opportunità di assistere ad esibizioni di canti, musiche e balli tipici, dando l’impressione al pubblico di compiere un lungo viaggio attorno al mondo in una sola serata. La dimostrazione di fratellanza che tutti gli anni portano i giovani artisti che partecipano all’evento, vale di per sé la sua realizzazione! La novità sostanziale di questa edizione risiede nel coinvolgimento della Città di Gemona del Friuli. Infatti, per la prima volta nella lunga storia del Festival dei Cuori®, Gemona, oltre ad ospitare i gruppi partecipanti presso la Casa Dello Studente, sarà sede di alcuni degli eventi programmati.

Info

  •   Segreteria del Festival: 0432 983411
  •  Ufficio IAT Tarcento: 0432 791471
  •  Ufficio IAT Gemona: 0432 981441
  •   Tarcento UD
  •   Gemona UD
Saluti Istituzionali

BENIN

ENSEMBLE ARTISTIQUE NATIONAL

 

 

Il Benin è una realtà da scoprire: stretto tra spiagge orlate di palme, ricco di riserve naturali, è il Paese del vudù e per quasi tre secoli luogo chiave della tratta degli schiavi e ha una storia ricca e complessa che ha lasciato tracce molto evidenti su tutto il territorio. Come ogni Stato africano è formato da tantissimi Gruppi etnici (ne esistono ben 40), ognuno con i suoi usi e costumi. Il Gruppo è stato fondato nel 1992 dal Ministro Hountondji Paulin sotto la Presidenza di Nicéphore Dieudonné Soglo, il primo Direttore fu Tindjilé Daniel. Lo scopo per cui fu fondato risiede nell’intento di promuovere e preservare il patrimonio immateriale del Benin. È formato da danzerini e musicisti professionisti. Gli strumenti musicali autoctoni e i costumi sono autentici. Il Gruppo si è esibito, conseguendo enorme successo di pubblico e critica, in moltissimi Paesi del mondo e nei più prestigiosi festival folk.

 

 

 


 

CILE 

CONJUNTO FOLKLÓRICO INTEGRACIÓN DE LA UNIVERSIDAD DE TARAPACÁ

 

Il “Conjunto Integracion” è stato fondato nel 1995 da un gruppo di studenti dell’Università Tarapacá di Arica, mossi dall’amore per la tradizione della loro terra. Durante questi anni ha rappresentato il folclore di questo estremo lembo settentrionale del Cile in tutti i Paesi dell’America Latina, Stati Uniti ed Europa, ottenendo unanimi consensi. Grazie al lavoro di ricerca, coordinato dal direttore Prof. Jorge Manríquez Picero e dalla coreografa Maria Luisa Ceriche Carrasco, il gruppo presenta un repertorio che comprende il folclore dell’intera regione, di Rapa Nui e dell’Isola di Chiloè. In territorio nazionale il gruppo CINUT partecipa attivamente ai numerosi eventi ufficiali d’importanza sociale, culturale ed economica della Regione di Arica e di Parinacota, cosi come della Regione di Iquique, in rappresentanza della cultura e la tradizione del loro territorio. Inoltre il proprio curriculum è ricco di partecipazioni ai più importanti Festival internazionali, nei quali ha ottenuto un solido prestigio per il suo livello artistico e la qualità dei suoi spettacoli, lasciando un’impronta nei cuori e nella mente di coloro che hanno avuto la possibilità di conoscerli.

 


 

INDONESIA

FOLK DANCE GROUP "KRIDA BUDAYA"

 

Il gruppo dell’Università “Krida Budaya” arriva da Jakarta ed è stato fondato, per decreto del Rettore, il 17 febbraio 1983. Presenta un panorama delle tradizioni indonesiane, dalla regione di Aceh a quella di Sumatra e di Java. I costumi si caratterizzano per una notevole bellezza e ricchezza. “Unità nella diversità”: il motto dell’Indonesia rivela l’infinita varietà di paesaggi, di popoli e di costumi presenti sui 14 000 isolotti e isole che conta il Paese. Sumatra, Borneo, Java e le Molucche sono le più celebri. Fortemente radicate nella religione e nel rituale, le espressioni artistiche sono considerate come un mezzo di comunicazione con le potenze invisibili. La musica si caratterizza per la presenza di gruppi di piccoli gong, di più tamburi, ai quali si aggiungono molteplici varietà di altri strumenti di metallo. Molto influenzata dalla diffusione della cultura indiana, la danza ritrae episodi delle epopee indù. I gesti, eseguiti con notevole precisione con il collo, i pugni e le mani, evidenziano queste origini. I movimenti effettuati con la parte alta del corpo simboleggiano le forze benefiche dell’universo, mentre la parte bassa evidenzia le forze distruttrici. Si è esibito nei più prestigiosi festival mondiali del folklore ottenendo importanti riconoscimenti.

 

 


 

ITALIA ITALIAFLAG

Gruppo folklorico “SBANDIERATORI DEI RIONI DI CORI”

 

Con una coreografia di gruppo generata da una tecnica di sbandieramento unica nel suo genere in tutta Italia, fece la sua prima apparizione nell’edizione del Carosello Storico del 1966 il Gruppo Sbandieratori dei Rioni di Cori, autentici eredi di quei “bandierai” che nel Medioevo e nel Rinascimento professavano l’arte della bandiera. Nello stesso anno il gruppo fu socio fondatore della F.I.Sb. Federazione Italiana Sbandieratori. In tutti questi anni il Gruppo, attraverso le proprie performances altamente coreografiche e acrobatiche, è riuscito con professionalità e successo ad affascinare le genti di tutto il mondo. Tra le tante significative partecipazioni: la Cerimonia di Apertura dei Giochi delle XXIV Olimpiade a Seoul, alla Cerimonia di Apertura dei XX Giochi Olimpici Invernali Torino 2006, all’evento Cinema Italian Style a Hollywood, Los Angeles, all’Esposizione Universale di Tsukuba 1985 e Aichi in Giappone 2005, all’importante Edinburgh Military Tatoo, rassegna scozzese di folclore militare, al Mood Indigo Worldfest Mumbai INDIA 2012, alla Parade through Macao, Latin City, CINA 2013 e nel 2014 al 130° Carnevale di Nizza.

 


 

ITALIAFLAGITALIA

GRUPPO FOLK “CHINO ERMACORA”

 

CHINO

Il Gruppo Folkloristico Chino Ermacora di Tarcento, fondato nel 1952 da Vittorio Gritti rappresenta una viva realtà di testimonianza dei valori migliori della tradizione folklorica. Il Gruppo ha scelto come modello il costume di Poffabro (zona Maniago), attenendosi agli esemplari conservati nel “Museo di Arti e Tradizioni Popolari” di Udine e minuziosamente illustrati dalla Prof.ssa Lea D’Orlandi e dal Prof. Gaetano Perusini. Oltre al tradizionale repertorio friulano, è autore di nuove coreografie che, ispirandosi a scene di vita semplici, ma significative, aggiungono un nuovo importante momento di sviluppo dei valori del folklore. Ha partecipato a centinaia di manifestazioni nazionali e ai più prestigiosi festival in vari Paesi europei e del mondo; ricordiamo Russia, Cina, Corea del Sud, Giappone, Messico, Ecuador, Taiwan, Tailandia, Indonesia, Stati Uniti d’America, Portorico, Brasile, Canada, Israele, Egitto, ecc.. Il Gruppo è anche organizzatore del Festival dei Cuori.

 


 

MESSICO 

BALLET FOLCLORICO DE LA PAZ

 

Il “Ballet folclórico del Instituto Tecnológico de La Paz” è nato nell’ottobre del 1973 sotto la direzione del Prof. Marco Antonio Ojeda García. Da subito iniziò a farsi conoscere a livello nazionale portando con sé un messaggio di “Messicanità”. La sua partecipazione attiva nel riscatto e nella diffusione del folclore sud californiano gli è valso il titolo di gruppo più importante del Paese. Nonostante le difficoltà non ha rinunciato a raggiungere il suo obiettivo: far conoscere i frutti della sua ricerca per la promozione e la diffusione del suo folclore. Ha partecipato a molti concorsi nazionali. Ha visitato gli USA, invitato a scambi culturali, a importanti festival di cultura a San Diego e Los Angeles in California, a Las Vegas, Nevada, a Valley City, Fargo e in Nord Dakota. In 42 anni di attività si è esibito nei maggiori eventi dello Stato. Ha un repertorio completo di balli della bassa California come parte principale del programma, ma tra i numeri in repertorio annovera anche pezzi messicani, tra cui la “Danza de Concheros”, “Danza de Viejitos”, “Danza del Pescado Blanco” e danze degli stati di Nuevo Leon, Campeche, Michoacan, Tamaulipas e Jalisco, senza parlare delle nuove coreografie dato che il gruppo è in costante rinnovamento per poter ampliare il suo repertorio.

 


 

 RUSSIA

 

FOLK ENSEMBLE "KAZBEK"

 

Il Gruppo è stato fondato nel 1947 nella cittadina di Stavropol nella Russia sud occidentale con l’intento di valorizzare, ricercare e divulgare il vasto repertorio delle tradizioni popolari della regione del Caucaso. Sotto la direzione del Professor Guram Tsitashbili, il gruppo presenta il folclore caucasico che ha come componenti fondamentali la grazia naturale e la bellezza delle ballerine e il coraggio e l’onore dei ballerini. Questi artisti presentano coreografie spettacolari come lo “scivolare” delle ballerine sulla scena o i duelli dei ballerini con sciabole e coltelli e le faticosissime danze in punta di piedi. La tradizione vuole che questo passo chiamato “tzeruli”, tipico dei danzatori del Caucaso, sia nato per ricordare gli scoscesi pendii dei monti del Caucaso che, con i suoi strettissimi sentieri, costringeva gli uomini a camminare sulla punta dei piedi per non precipitare nei burroni.

 

 


 

SRI LANKA 

THE STATE DANCE ASSEMBLE

 

Il Gruppo è stato fondato a metà degli anni ‘60 del secolo scorso sotto gli auspici del Dipartimento degli Affari Culturali e diretto del Maestro di danza Panibharata. Successivamente, nel 1974, divenne una stabile compagnia di danza guidata dal veterano Maestro di danza e musica W.B.Makuloluwe, con lo scopo di preservare e promuovere la danza tradizionale e di svilupparla in un teatro di danza moderna. Sin da allora il Gruppo si è esibito sia in Patria che all’estero riscuotendo unanime successo di pubblico e critica. Il Gruppo è composto da oltre 40 giovani danzerini e suonatori di tamburi selezionati da diverse parti dello Sri Lanka.

Facebook

Si Parla di Noi...